CENNI STORICI

Le vicende storiche (dagli scritti di Luigi Mariano Guzzo)

Anni 60. Sono gli anni della ripresa, degli impieghi di massa e del decollo urbano. La città di Catanzaro, come normale, si espande nelle sue arterie periferiche. La costruzione del Ponte “Morandi” (1966), uno dei primi del continente europeo per ampiezza della sua unica arcata centrale, facilita lo sviluppo di Catanzaro verso ovest, nelle zone di Gagliano.

E' tutta campagna. Con due piccole chiesette, una dedicata alla Mater Domini ed un’altra a Sant’Antonio, il territorio ha una popolazione che nel 1961 non conta neanche 300 abitanti, per la maggior parte coloni. In pochissimi anni, accanto alle case di privati, sorgono insediamenti per dipendenti di enti pubblici e statali, cliniche, scuole e modeste attività commerciali, nasce il Centro di Edilizia Popolare (C. E. P.). Al censimento del 1971, dieci anni dopo, gli abitanti superano i 6 mila. Leggi ancora ...

Timeline storica (anni 1970-2005)

1970 - 1972 Costruzione intero bene
Monsignor Armando Fares pose la prima pietra l’1 dicembre 1970, firmava la bolla di erezione della nuova parrocchia con il titolo “Madonna di Pompei”. Lo stesso Arcivescovo con lettera del 12.01.1971 comunicava l’affidamento dell’erigenda chiesa alla provincia monastica dei Padri Cappuccini di Reggio C. – Catanzaro. La prima S. Messa è stata celebrata l’8 maggio 1971, giorno della Supplica alla Madonna di Pompei. Con bolla del 29 .09,1971 Mons. Fares nominava P. Alfonso Di Bartolo primo parroco. Il decreto per l’erezione della casa religiosa fu firmato nel 1972, è dello stesso anno l’affidamento della parrocchia “in perpetuum” ai Frati Minori Cappuccini. Il 30 settembre fu solennemente consacrata la Chiesa ed il 1 ottobre 1971 fu consacrato l’Altare Maggiore e celebrata la S. Messa.Leggi ancora ...

L'arte della Chiesa Madonna di Pompei di Catanzaro (dal bellissimo libro di Padre Aldo Mercurio per i 35 anni, Grafiche Simone CZ, 2008)

L'arte della Chiesa Madonna di Pompei di Catanzaro (dal testo di Luigi Mariano Guzzo per i 40 anni, Edizioni la Rondine, anno 2012)

L'arte della Chiesa Madonna di Pompei di Catanzaro arricchita dalle opere del pittore Nunzio Ardiri

La Parrocchia "Madonna di Pompei" in Catanzaro (di Padre Aldo Mercurio, Grafiche Simone, 2009 Catanzaro)

A Padre Aldo Mercurio, uno dei Frati Minori Cappuccini che fino al 2005 hanno condotto la Chiesa Parrocchiale di Madonna di Pompei, si deve il primo bellissimo testo che descrive i primi 25 anni di vita della Comunità di Madonna di Pompei in Catanzaro. Il testo è un pregevolissimo lavoro di ricerca, da cui traspare l'amore e la dedizione esperienziale della vita sacerdotale condotta per la Comunità e dalla Comunità ed anche il progresso e l'evoluzione architettonica subita nel tempo dal manufatto ecclesiastico. La Comunità di Madonna di Pompei ringrazia il Signore per questo dono che Padre Aldo, con fatica e perseveranza ha lasciato perché i fedeli tutti possano sempre ripercorrere la via di spiritualità indicata dalla Madonna di Pompei a cui la Chiesa Parrocchiale a devozione è dedicata.

 

Il mosaico di una comunità (di Luigi Mariano Guzzo, Edizioni la Rondine Catanzaro, 2012)

Il 04 maggio 2013 presso la Chiesa “Madonna di Pompei” veniva presentato il volume di Luigi Mariano Guzzo dal titolo "Il mosaico di una comunità"; Luigi Mariano Guzzo, giornalista, come recita il sottotitolo del volume, ha voluto compiere “un viaggio nella parrocchia Madonna di Pompei di Catanzaro nei suoi primi 40 anni di storia”. L’opera, edita da “La Rondine” di Catanzaro, è pregiata della presentazione dell'allora Arcivescovo Metropolita di Catanzaro-Squillace Mons. Vincenzo Bertolone e della prefazione del Parroco pro tempore Mons. Giuseppe Siilvestre. Nei nove capitoli, racchiusi nelle oltre 140 pagine del volume, l’autore ha ripercorso la vita della Parrocchia, inevitabilmente intrecciatasi con la vita civile, sociale e politica del quartiere “Mater Domini” di Catanzaro. Alla presenza dell’autore ed al termine della presentazione  del libro è stata inaugurata una mostra fotografica sugli eventi promossi per il 40° anniversario a cura del pittore Nunzio Ardiri, una rassegna stampa sui festeggiamenti del 40° anniversario curata da Teobaldo Guzzo ed una mostra delle opere realizzate dai bambini del catechismo sul tema dell’ ”Anno della Fede”.

Recensione del libro (La Rondine)

L'essenza della storia, di ogni storia sta nel ricordare, nel tramandare, nell'attendere. Non per nulla una delle parole chiave della Bibbia è «ricorda» (Zakhor). La memoria è la linea di giuntura tra passato e presente. La memoria grata esprime l'omaggio verso chi ha operato prima di noi, ma contempla anche una coscienza che tiene presente il vissuto e il passato, la cui lezione illumina il presente. Il libro di Luigi M. Guzzo è ad un tempo uno spaccato di una realtà ed un viaggio, appunto, nella memoria.