LE ORIGINI

ESSERE SCOUT A CATANZARO (di Pippo Guastella, Capo Scout delle origini)

   Correva l'anno 1973. La memoria per l'uomo è un elemento importante. Difatti la memoria di permette di fare la storia e la storia come tutti sappiamo è maestra di strada.
   Ogni tanto è utile soffermarsi a riflettere su quanti doni che, gratuitamente elargiti, sono frutto di passate fatiche che ci permettono di vivere il nostro presente.
   Avendo intrapreso la carriera militare, avevo deciso di appendere, come si dice in gergo calcistico per le scarpette, il "fazzolettone" al chiodo.
  Ma ancora una volta il Signore mi volle mettere nuovamente alla prova; eccomi difatti, andando a scavare nel giardino dei miei ricordi, a tornare ad una sera di primavera di quasi cinquant'anni fa ... sentii suonare il campanello di casa; guardando dallo spioncino dell'uscio, vedo un frate cappuccino e due baldi ragazzi ... cosa vorranno mi chiesi ... pensando un attimo prima di aprire la porta ... sicuramente saranno venuti per benedire la casa! Leggi ancora ...


I PRIMI SCOUT DEL CATANZARO 5

Nella prima foto da sinistra a destra e dall'alto in basso: Gregorio Sergi, Tonino Alfieri, Tito Oliviero Arno, Guido Mauro, Domenico Maressa

LE PRIME PROMESSE SCOUT DEL CATANZARO 5 (8 dicembre 1973)

  

  

Uno scout speciale sempre con noi, Don Dino

Don Dino amava il movimento scout; in questa foto "da lui elaborata" scrive "... Aimè, Signore, io non so parlare perché sono giovane..."

Don Dino Piraino (Catanzaro 22 luglio 1956 - Catanzaro 5 marzo 2018) si è preparato al Sacerdozio frequentando, sin dall'inizio della fondazione, la Parrocchia Madonna di Pompei di Catanzaro, curando con i Padri Francescani la crescita della prima comunità parrocchiale spinto dalla propria vocazione; come catechista attento, ha curato la preparazione di centinaia di giovani, moltissimi di questi facenti parte del primo Gruppo Giovanile Parrocchiale (GGP).
E' stato altresì scout attivo del gruppo Agesci Catanzaro 5 ed a causa di una lunga malattia è salito alla casa del Padre il 5 marzo 2018. Leggi ancora ...

Seppur Don Dino, come diceva BP, è giunto a fine pista, gli insegnamenti d'amore per il movimento scout come forma pratica di applicazione dell'amore di Cristo per i fratelli, sono indelebili.

Il librettino di auguri scritto da Don Dino al momento di ricevere il Diaconato alla presenza dei suoi fratelli scout del Catanzaro 5
Don Dino celebra le nozze dello scout Tonino Tedesco
Don Dino celebra la prima Messa nella Chiesa Madonna di Pompei insieme ai suoi fratelli scout del CZ 5

Don Dino scout gallery

MEDIA GALLERY SCOUT (1973-1986)

La canzone del Reparto Saldo Timone (1986, dv)

Tre bellissime cose in questa composizione: 1) la significativa scritta sulla maglietta degli "attuali scout" del CZ 5 "Il nostro futuro ha radici profonde", 2) un disegno di un esploratore rappresentante il "Saldo Timone" che intitola da sempre il Reparto del CZ 5 ed infine 3) la canzone del Reparto "Saldo Timone" composta da uno dei primi scout del CZ 5

E allora ... lunga vita al gruppo scout AGESCI Catanzaro 5!